Le forze di un team – Paragone con lo stormo d’uccelli

Osservando la natura possiamo intravedere e intuire delle regole, tecniche e metodi che ci permettono di individuare dei modelli utilizzabili per le nostre organizzazioni.

Cosa ha che fare lo stormo con un team?

 

Vantaggi nel procedere come uno stormo.

Un uccello può trovare maggiore protezione all’interno di uno stormo. L’elevato
numero di individui assicura che ci siano sempre compagni in guardia e pronti
ad avvisare il gruppo al minimo segnale di pericolo mentre gli altri sono dediti
alla ricerca del cibo.

L’appartenenza ad uno stormo assicura che ci sia un elevato numero di occhi
e altri organi di senso disponibili. Ottengono una maggiore velocità, sfruttano
le correnti cosi da raggiungere il massimo con il minimo sforzo. Naturalmente
l’apripista lavora di più e deve essere sostituito periodicamente.

Il movimento di ogni singolo si adatta al movimento dei compagni, cosi da
promuovere la collaborazione per raggiungere lo scopo. Per evitare incidenti,
lo stormo richiede un’organizzazione precisa che li permette di muoversi
come un “organismo”. Anche se il coordinamento dei voli nello stormo non è
ancora pienamente analizzato e compreso, si sono apprese e identificate alcune
regole e principi.

Non c’è un leader, un capo permanente che comanda gli altri. Ogni singolo
prende come riferimento i vicini ma anche lo stormo in sé. Ogni singolo
può avviare una manovra di volo, che poi passa attraverso l’intero
stormo come un’onda. Concentrandosi sui membri del gruppo più distanti,
gli uccelli possono percepire i primi cambi di direzione o manovre di volo,
cosi come “La Ola” in uno stadio.

Cosa possiamo apprendere dallo stormo d’uccelli per il team?
– Che è importante sapere dove andare.
– La consapevolezza che appartenere a uno stormo e più sicuro che volare da soli
– Lavorando insieme si raggiunge prima l’obiettivo
– Bisogna percepire se stessi e i componenti del gruppo
– Ogni singolo ha delle responsabilità
– Ci sono regole chiare e accettate da tutti
– Non c’è un capo che dice cosa fare, ma un leader che che viene cambiato
periodicamente per condurre il gruppo in un determinato periodo.
– Se non ti muovi con lo stormo rischi un incidente o rimani isolato
– Il singolo influisce sul gruppo, il gruppo influisce sul singolo
– La cooperazione e fondamentale per la riuscita
– …

Se volete saperne di più, possiamo assistervi, facilitare e agevolare la creazione del
team per scoprire il potenziale di ogni singolo componente, ottimizzando allo stesso
tempo l’interazione di gruppo.
Inoltre con il sistema F.E.E.® supportiamo le aziende, organizzazioni e gruppi
nella definizione, gestione ed esecuzione dei loro processi.

Share